Pantanissima 2014

Lunedì 21 Aprile 2014 con partenza e arrivo a pochi metri dal Leonardo

1 – PARTECIPAZIONE
La settima edizione della Gran Fondo E Medio Fondo Pantanissima Marco Pantani, fissata a Cesenatico (FC) Lunedì 21 Aprile 2014, (lunedì di Pasqua) è aperta a tutti i CICLOAMATORI di ambo i sessi che abbiano compiuto il 18° anno si età (e agli stranieri in possesso di tessera riconosciuta dall’UCI o da altre Associazioni ciclistiche straniere), oltre ai CICLOTURISTI dai 15 anni in poi (i minori di 18 anni e tutti coloro hanno superato il settantesimo anno di età verranno considerati cicloturisti)tutti debbono essere tesserati ACSI, Fci, Uisp, Acli, Aics, Csi, Endas, Cns Libertas o altri enti nazionali in regola con il tesseramento 2014. Vige il regolamento Nazionale ACSI Settore ciclismo.
I CICLOAMATORI da 19 anni in poi possono effettuare il percorso lungo di 130 KM
I CICLOTURISTI (dai 15 anni in poi) posso effettuare solo il percorso corto di 110 KM
Per i non tesserati è obbligatorio inviare tramite fax il certificato medico agonistico per la griglia CICLOAMATORI o il certificato medico NON agonistico per la griglia Cicloturisti.
La classifica e l’indicazione del tempo impiegato sono puramente indicative, le strade sono aperte al traffico.
È obbligatorio l’uso del casco protettivo rigido omologato.
È obbligatorio il rispetto del Codice della Strada la normale segnaletica stradale è valida sia per l’automobilista che per il ciclista.
Il Comitato Organizzatore potrà in ogni momento ed a suo insindacabile giudizio decidere se accettare o meno l’iscrizione, oppure escludere un iscritto dalla manifestazione nel caso possa arrecare danno all’immagine della stessa. Non verranno accettate iscrizioni di partecipanti squalificati per doping, La società sportiva declina ogni responsabilità per danni a persone e cose derivanti da incidenti che potrebbero verificarsi durante la gara.
Per quanto riguarda l'assicurazione si fa riferimento al rapporto assicurativo Adorni servizi assicurativi s.a.s.

2 – ISCRIZIONI
A tal fine si precisa che il COSTO della predetta ISCRIZIONE sarà di
€ 30,00(tranta/00) FINO al 16 Marzo 2014 e di
€ 35,00(trentacinque/00) FINO al 21 Aprile 2014
Modalità di pagamento della QUOTA di ISCRIZIONE:
- ON-LINE SUL SITO WWW.MYSDAM.NET
- DIRETTAMENTE ALLO SPAZIO PANTANI
- BONIFICO BANCARIO intestato all' A.S.D. AMICI DI MARCO PANTANI
IBAN: IT 21 X 02008 23912 000060029824
Inviare il presente Coupon di iscrizione insieme alla copia del versamento:
• Via Fax al numero 0546 399928
• Via E-Mail all’indirizzo iscrizioni@dapiware.it
3 – CONSEGNA PACCHI GARA
La verifica delle tessere e la consegna dei pacchi gara avverranno sabato 19 Aprile (9,00-12.30 13.30-19,00) presso Colonia Agip Viale Carducci 181(zona di partenza) e domenica 21 Aprile (6,00/7,00) presso la Colonia Agip viale Carducci 181
4– PARTENZA E RITROVO
Ritrovo ore 7.00 Colonia Agip
Partenza ore 8.00
5- COMPOSIZIONE GRIGLIE
PRIMA GRIGLIA: Abbonati Romagna Challenge più i primi 5 della edizione precedente 2013, per meriti ( vincitori di Fondo e Granfondo ),
SECONDA GRIGLIA:(PER ORDINE DI ISCRIZIONE)
6- ISCRIZIONI E MODALITA’ DI PAGAMENTO
Per iscriversi occorre compilare l’apposito modulo, scaricabile sul sito www.pantani.it, in tutte le sue parti. Tale modulo deve essere accompagnato dalla copia del pagamento e dalla copia della tessera . Tutta la documentazione può essere inviata nei seguenti modi:
• Via Fax al numero 0546 399928
• Via E-Mail all’indirizzo iscrizioni@dapiware.it
Le iscrizioni possono essere effettuate on-line sul sito www.mysdam.it compilando l’apposito modulo. In questo caso l’unica modalità di pagamento accettata è Carta di Credito, con commissioni a carico dell’atleta di € 0,75 + 6%.
La quota di partecipazione è fissata in:
• € 30,00 per le iscrizioni effettuate entro il 16/03/2014 compreso;
• € 35,00 per le iscrizioni effettuate dal 17/03/2014 al 21/04/2014 compresi;
Le iscrizioni si possono effettuare anche:
• sabato 19/04/2013 dalle 09:00 alle 12.30 e dalle 13.30 alle 19:00 presso la Colonia Agip – Viale Carducci 181 Cesenatico;
• Lunedì 21/04/2013 dalle 06:00 alle 07:00 presso presso la Colonia Agip – Viale Carducci 181 (zona di partenza).

7 – DISDETTA ISCRIZIONE
Nel caso un iscritto si trovasse nella impossibilità di partecipare la quota di iscrizione non verrà rimborsata. Previa comunicazione nei 7 giorni antecedenti la gara l’iscrizione verrà tenuta valida per l’edizione successiva;
8– ANNULLAMENTO GARA
La gara si svolgerà con qualsiasi condizione atmosferica salvo casi particolari che vadano a mettere a rischio l’incolumità dei concorrenti o in caso di calamità naturali. In tal caso la quota di
partecipazione verrà tenuta valida per l’edizione successiva;

9 - ASSISTENZA SANITARIA
Prevede l’impiego di n. 3 autoambulanze con medici e infermieri e due vetture con medico a bordo.
10 - ASSISTENZA MECCANICA
L’assistenza tecnica e meccanica sarà assicurata sui due percorsi ai punti di ristoro di Montevecchio e Monte Finocchio.
Auto e moto private al seguito sono severamente vietate se non preventivamente autorizzate, la società organizzatrice non si assume nessuna responsabilità e danno per ogni avvenimento o fatto che potesse occorrere durante lo svolgimento della manifestazione a causa di NEGLIGENZA IMPERIZIA IMPRUDENZA relativa all'UTILIZZO dell'Auto AMMIRAGLI.

11 – PROGRAMMA
Sabato 19 Aprile ore 9.00-12.30 13.30-19.00 ritiro pacco gara e verifica licenze presso Colonia Agip Viale Carducci.
Lunedì 21 Aprile ore 7.00 ritrovo presso la Colonia Agip Viale Carducci
Ore 8.00 Partenza 

Una corsa per tutti

Percorso corto da 110 km percorso lungo da 160 km

Due suggerimenti di Marco Pantani

Tratti dal libro Ciclismo (pubblicato nel 1998)
scritto dal giornalista Pier Augusto Stagi e da Marco Pantani

Bere poco e spesso è indispensabile per non entrare in crisi. Ma bisogna scegliere il momento giusto. Bisogna tenere presente che mentre pedaliamo solo un quarto dell’energia che produciamo viene trasformata in movimento. Ma se l’organismo non fosse capace di eliminare questo calore in eccesso, le capacità prestative calerebbero in breve tempo e la loro salute stessa verrebbe messa a repentaglio. Per evitare questo rischio il nostro corpo si prende alcune precauzioni: per esempio,con la sudorazione. Il sudore, evaporando, si porta via parecchio calore; quello che cade a terra in gocce o che rimane sugli indumenti, invece, non serve al raffreddamento del motore. Entrambi, però, determinano un impoverimento del contenuto di acqua nel corpo: causano disidratazione. Semplificando, potremmo dire che, con il procedere dell’attività e della conseguente sudorazione, abbiamo sempre meno acqua a disposizione, quindi…Quindi in questa situazione è sempre meglio prevenire che correggere .E’ preferibile, insomma, evitare di bere solo quando si è gia molto disidratati. Perciò durante la pedalata è opportuno bere frequentemente, per esempio ogni 10 minuti circa, a piccoli sorsi, anche se non si avverte fortemente il bisogno di farlo. Per bere, approfittate delle fasi meno impegnative dal punto di vista sia dello sforzo sia, per chi va in mountain bike,della sicurezza nella guida.
Se lo sforzo è prolungato i Sali sono fondamentali. Le soluzioni idrosaline, che come dice la definizione stessa apportano anche i Sali ,oltre una piccola quantità di sodio e cloro, si sono dimostrate efficaci nel fornire la reidratazione spontanea:esperimenti effettuati su questo aspetto hanno dimostrato che chi dispone di più Sali durante lo sforzo è indotto spontaneamente avere di più e, di conseguenza, è più portato a reintegrare le perdite di acqua dovuta alla sudorazione.

Lavaggio e lubrificazione sono operazioni essenziali che si dovrebbero effettuare dopo ogni uscita. Acqua,fango e polvere sono i nemici più comuni e subdoli. Pulire la propria bicicletta è un operazione molto più importante di quanto possa sembrare. Durante il lavaggio potremmo scoprire eventuali danni che la vostra bici ha subito, quali incrinature nel telaio, usura dei pattini dei freni o altri danneggiamenti. In tutte le parti di movimento, come per esempio la catena, sulle cromature e sulle parti che vengono sottoposte a lubrificazione, quindi dove si forma la morchia, è bene come prima cosa passare un pò di gasolio con un pennello fatta questa operazione si passa al lavaggio. Basta una spugna, dell’acqua e un pò di detersivo. Va benissimoo quello per l’auto, o addirittura quello per i piatti. Per un lavoro ben fatto bisogna disporre di un sostegno dove poter appoggiare la bici a qui sono state tolte le ruote, che vengono lavate a parte. Un pò più di attenzione bisogna porre nella pulizia della catena.Per non rovinare la verniciatura del telaio,e per fare meno fatica, ebbene tenere la catena tesa inserendo le forcelline posteriori un perno. Poi vanno passate con una spugna tutte le maglie. Per il risciacquo usare ancora una spugna, evitando getti d’acqua troppo forti che potrebbero infilarsi e ristagnare provocando ruggine o altri danni. In fine la lubrificazione. Esistono in commercio vari tipi di lubrificanti, ma il grasso e l’olio spray, che ha un buon potere di penetrazione, vanno più che bene. Alla maggior parte degli ogni vengono aggiunte sostanze,come il silicio,che non lasciano aderire la polvere.

Come migliorare la resistenza
La resistenza è una qualità indispensabile nelle gare su strada, specialmente nelle corse a tappe e gare di fondo. E’ una caratteristica che dipende da molti fattori diversi ( nervosi,ormonali, biochimici e altri e che può essere definita come capacità di protrarre a lungo intensità di lavoro muscolare relativamente elevate.


Come allenarsi per migliorare la resistenza
Dipende da doti naturali, ma è molto migliorabile con l’allenamento:
1) allenamento a ritmo medio (RM) da 3 ore a 5 ore a intensità corrispondenti all’85-90% della velocità di Soglia (SA). Percorso pianura, ondulato e salite di 8-10 Km. Allenarsi a (RM) determina nei muscoli quegli adattamenti biochimici che privilegiano l’uso dei lipidi come principale combustibile per il lavoro muscolare, limitando la combustione dei carboidrati e preservando i depositi di glicogeno muscolare. (
2) Allenamento lungo=4-5 ore continue,pianura e salite, ad intensità non troppo blande (55-60% della velocità di SA. Nel corso di questo allenamento inserisci lavori specifici al RM-SA Prove frazionate=20-25 min. al RM +6-8 min. alla SA (pianura). Salita 10-15 min. al RM + 5 min. alla SA, recupero tra le prove al ritmo lento (RL).

Alimentazione e ciclismo
La scienza dell’alimentazione, in questi ultimi anni, ha fatto passi da gigante. Si può dire che non solo ha ottenuto risultati sorprendenti dal punto di vista scientifico, ma ha sicuramente contribuito a sensibilizzare l’opinione pubblica su di un problema fino a qualche anno fa quasi sconosciuto.

I ciclisti su strada necessitano, in media di 360 calorie all’ora (all’incirca come i calciatori:400 cal/ora).Tale energia, indispensabile per una resa ottimale dell’atleta,viene fornita dagli alimenti, che hanno ,come costituenti essenziali, carboidrati, grassi, proteine. Sono prevalentemente i primi due a essere “bruciati” per la produzione di energia vera e propria, mentre le proteine vengono utilizzate solo in condizioni di emergenza. Per produrre energia utile all’atleta,è però necessario che tali alimenti vengano assunti secondo regole ben precise. Legge delle tre ore. Sono ormai dei capisaldi della scienza alimentare le due leggi dette delle tre ore e delle otto ore. Secondo la legge delle tre ore, l’atleta deve mangiare almeno tre ore prima dell’inizio della gara, e questo per evitare da un lato che lo spostamento della massa sanguigna verso i visceri che si ha nel periodo della digestione interferisca negativamente con la necessità di una normale irrorazione di sangue ai muscoli e al cervello durante la competizione, e dall’altro che la fatica della gara interferisca negativamente con il processo digestivo stesso, provocando crampi allo stomaco ,vomito, tachicardia e affanno. La legge delle otto ore dice che occorrono almeno otto ore per utilizzare gli alimenti ingeriti,cioè trarre da questi l’energia necessaria. In pratica, possiamo dire che l’alimentazione subito prima della gara (tre ore prima)
ha un valore prevalentemente psicologico e contribuisce soprattutto a mantenere normale la glicemia. E’ una corretta dieta alimentare seguita con scrupolo nell’arco di mesi che può effettivamente dare all’atleta quel “qualcosa in più”che gli permette di migliorare il suo rendimento. Tali considerazioni valgono però per i cibi solidi: si è visto, proprio nei ciclisti su strada, che l’assunzione di bevande zuccherate con miele o succhi di frutta (fruttosio) può mettere rapidamente a disposizione energia in grado, per esempio, di risolvere una crisi di affaticamento, legata a una riduzione del tasso glicemico. Nei ciclisti, come in tutti gli atleti, dopo circa 45 minuti di gara, la glicemia scenda da un grammo per litro di sangue a 0,75 (valore in cui inizia una sensazione di affaticamento); l’organismo risponde liberando glucosio e rialzando i valori glicemici, ma dopo circa un’ora e mezzo la glicemia scende nuovamente. Se però somministriamo all’atleta, all’inizio della gara e dopo un’ora, 50 grammi di glucosio (in aranciata, te,ecc.) per circa due ore la glicemia si manterrà costante. Se poi l’atleta assume 50 grammi di zuccheri abbinati a circa 100 grammi di polvere proteica, dopo una ora e due ore dall’inizio dello sforzo, il tasso glicemico rimane per parecchie ore su valori ottimali (circa 105 mg/100ml).
Perche questa attenzione nei riguardi dei glicidi? Perche, come sappiamo, questi sono l’unico alimento delle cellule cerebrali e sono inoltre in grado di essere “bruciati” immediatamente dalle cellule muscolari: sono principalmente cervello e muscoli, come è facilmente intuibile, ad aiutare l’organismo durante la fatica della gare. Per quanto riguarda altre sostanze, vale la pena di spendere due parole sul caffè, che molti ciclisti mettono nella borraccia per sfruttare l’effetto stimolante della caffeina.
Stimolante cerebrale.- Quest’ultima è effettivamente utile non solo come stimolante cerebrale, ma anche negli altri distretti dell’organismo,in quanto favorisce la mobilizzazione degli acidi grassi, che sono il “carburante” che l’organismo usa negli sforzi prolungati. Logicamente, come in tutte le cose, non bisogna esagerare nella introduzione di questa sostanza, anche perché quantità eccessive stimolano la diuresi e provocano tachicardia; come si può immaginare, sono nocivi nel caso di una gara.
Possiamo concludere dando dei consigli validi, in generale, per una corretta alimentazione quantitativa e qualitativa,in un atleta ciclista che debba affrontare una gara: durante la competizione si possono assumere soluzioni zuccherate e saline; subito dopo sono indicati frullati o succhi di frutta. Alla sera è molto utile una minestra di verdura con brodo di carne, accompagnata da carne o pesce ai ferri , verdura fresca, un panino e frutta fresca. E’ inoltre necessario assumere , nell’arco della giornata di gara, circa due litri di acqua, oltre quella introdotta con gli alimenti. Questo tipo di alimentazione favorisce, tra l’altro, anche l’apporto di vitamine e Sali minerali che, pur non fornendo di per sé energia, regolano tuttavia i processi metabolici dell’organismo in generale e del tessuto muscolare e cardiaco in particolare. 

PANTANISSIMA 2014

a 100 metri dalla partenza!!!!

  • Colazione rinforzata
  • Bevande ai pasti (acqua, vino, aranciata, cola)
  • Deposito sicuro biciclette e possibilità di portare la bicicletta in camera
  • Utilizzo del centro benessere dell'hotel
  • Piscina in spiaggia riscaldata
  • Utilizzo della palestra MyPlace completamente gratuito
  • Parcheggio
  • Biciclette da passeggio a disposizione
  • Possibilità di usufruire della camera fino al pomeriggio del giorno di partenza.

1 giorno MP € 45.00 PC € 50.00
2 giorni MP € 80.00 PC € 90.00
3 giorni MP € 105.00 PC € 120.00

Per richiedere informazioni sul soggiorno o per richiedere una prenotazione, inserire i vostri dati nel modulo. Un responsabile incaricato vi risponderà al più presto.

RICHIEDI UN PREVENTIVO ONLINE DELLA TUA VACANZA!

Qui ci va il messaggio di errore!!!
DATI SOGGIORNO
PERIODO ARRIVO
da
a
DATI CAMERA
DATI PERSONALI
Nome *
Cognome *
Nazione
Città
Indirizzo
Cap
E-mail *
Telefono
Fax
Note

Il/La sottoscritto/a, acquisite le informazioni fornite dal titolare del trattamento ai sensi dell’art.13 del D.Lgs.196/2003, e consapevole, in particolare, che il trattamento riguarderà i dati “sensibili” di cui all’art.4 comma 1 lett. d), nonché art. 26 del D.Lgs.196/2003, vale a dire i dati “idonei a rilevare l’origine razziale d etnica, le convinzioni religiose, filosofiche o di altro genere, le opinioni politiche, l’adesione a partiti, sindacati, associazioni od organizzazioni a carattere religioso, filosofico, politico o sindacale, nonché i dati idonei a rilevare lo stato di salute e la vita sessuale”.

Il/La sottoscritto/a, presta il suo consenso per il trattamento dei dati necessari allo svolgimento delle operazioni indicate nell’informativa e per la comunicazione dei dati ai soggetti indicati nell’informativa;

Desidero ricevere promozioni offerte e altro materiale promozionale e iscrivermi al servizio newsletter. Il trattamento dei miei dati personali è regolato dalla privacy policy presente nel sito.


Hotel Cesenatico | Foto Gallery | Centro Benessere | Spiaggia | Speciale Famiglia | Servizi Gratuiti | Prezzi | Offerte Speciali | Prenota Online
Cesenatico | Parchi | Divertimenti | Dove Siamo | Depliant | Settimana Tipo | Voli | Last minute | Video

Hotel Leonardo*** Via Zara, 96 - 47042 Cesenatico (FC) Italy - Tel: +39 0547.80097 - Fax: +39 0547.83683 - Cell: +39 393.9428157
P.IVA: 01365340403

Hotel Leonardo | Cesenatico Vacanze
info@hotelleonardo.com | Chiamaci GRATIS con SKYPE
YYKK - Privacy e Note Legali

Gli Esplorotti al Leonardo | Mirabilandia con noi | Palestra MyPlace | Santa Claus | Speciale ponti e Pasqua |